The Weather Man

The Weather Man – Semplicemente noi stessi

Paragonare una pellicola ad un dolce è una cosa quanto mai bizzarra, però in questo caso aiuterebbe a capire fin da subito con cosa abbiamo a che fare. Continuando su questa strada possiamo affermare che “The Weather Man” l’ultimo film di Gore Verbinski è come un croissant alla crema, ad un esterno gustoso e morbido troviamo da contro altare una crema amara a tratti rancida. Probabilmente a qualcuno sarà capitato d’imbattersi in una così sgradevole sorpresa, ma per superala che metodi ha usato, ma soprattutto la prossima volta prenderà nuovamente la stessa cosa o scarterà a priori il dolce?

weather

Che scelte deve compiere una persona per continuare la propria esistenza, quali motivi concorrono a operarne una rispetto a un’altra, la vita è dolce o amara in base a cosa, come decidiamo di condurla riflette noi stessi o ciò che vorremmo essere? Quel croissant dalla crema rancida era destinato ad arrivare nella nostra bocca o siamo stati noi ad andarci incontro? David Spritz è figlio di un noto scrittore, conduce il programma meteo di una emittente locale, è infelice possessore di un matrimonio in crisi, di una figlia malinconica ed un figlio a cui servono maggiori attenzioni. La sua vita inizia a prendere una piega diversa quando viene convocato per un provino televisivo nella trasmissione “Hello America”.

weather

David vede in questo la possibilità di riscatto disperatamente cercata da tempo. La sua personale ripresa d’identità nei confronti d’un padre invasivo a fin di bene, da una moglie dalla quale non è mai stato amato e da dei figli che lo considerano più un disturbo che non un padre. Ma le cose, proprio come le sue previsioni metereologiche, non vanno sempre come previsto e quindi lui inizierà a domandarsi dove sta sbagliando, cosa dovrebbe fare, ma soprattutto si porrà la domanda più grande: ero destinato ad arrivare fin qui in questa maniera oppure sono stato io stesso a scrivere la mia storia in questo modo?

“The Weather Man” a prima vista sembra una commedia si rivela invece un film amaro, triste nel quale s’intravede veramente poca positività. Gore Verbinski dirige senza una ben precisa identità registica, ma con un gran senso dello spettacolo, muove la macchina da presa senza mai sbavare, ha perfetta conoscenza di come far procedere la storia a livello visivo, contrappone a questo il giusto ritmo narrativo senza conferire un taglio autoriale alla pellicola. Questo non è un male, osservando il prodotto finale c’è da essere contenti che delle molte nuove leve dietro la macchina da presa, alcune riescano ad avere e dimostrare qualità diverse del mero estetismo visivo.

weather

“The weather man” è un film piacevole nonostante sia triste, riflette sulla vita , o sarebbe meglio dire analizza la vita di un uomo deciso a non fuggire più dai propri errori ma anzi porvi rimedio e riacquisire stima da parte di chi lo ama. Ma si sa che nella realtà le cose non sono mai completamente solari, anzi le delusioni sono alla portata del giorno, così come le sconfitte, le altrui derisioni e il continuo aumentare della barriera comunicativa con gli altri non aiutano nessuno nonostante i buoni propositi.

Ed ecco che alla fine del film proprio come il protagonista iniziamo a domandarci, se quella volta avessimo detto o fatto determinate scelte ora come saremmo? Ma se oggi siamo arrivati fin qui è perché abbiamo calpestato qualche sogno, o rinunciato a qualcosa di cui ora potremmo pentircene? Queste domande e altre costellano la trama di un film che gira intorno alla grigia vita di un uomo medio che potrebbe essere di fianco a noi in questo momento, oppure peggio potremmo essere proprio noi stessi quella persona dall’animo in pena che mai avremmo voluto divenire.

Dove Vedere The Weather Man
The Weather Man
The Weather Man
6.5
Acquistalo su