Predator 2

Predator 2 – Da giungla a giungla

cinefilo_pigro_cult_banner_pagina

Diretto da Stephen Hopkins “Predator 2” cerca di dar vita a quello che in linea teorica è un seguito “impossibile”. “Predator” di John McTiernan fu un b-movie di successo grazie a una miscela d’ingredienti, ma sopratutto per via della figura del cacciatore alieno che riuscì a ritagliarsi uno spazio nel cuore di molti appassionati. Sia che si ami il cinema d’azione, quello di fantascienza, o che si ricerchi del semplice intrattenimento, il primo “Predator” riesce ad accomodare praticamente ogni tipologia di pubblico. I due sceneggiatori Jim e John Thomas, che già avevano lavorato al capostipite, uniscono nuovamente le forze per creare una nuova battuta di caccia per l’alieno.

Predator 2

Abbandonata la giungla dell’America centrale, “Predator 2” si sposta in una immaginaria Los Angeles del 1997, vera e propria foresta urbana a tutti gli effetti. La città dilaniata dalla lotta tra gang per il dominio sul commercio di droga, vede aggirarsi tra le sue strade un nuovo, letale e inaspettato ospite: il Predator. Il cacciatore alieno torna sulla terra per braccare esseri umani da utilizzare come trofei una volta ammazzati. Dopo aver ucciso il compagno di un tenente di polizia, l’alieno da cacciatore, diverrà la preda della furia vendicativa del poliziotto.

Predator 2

Dalle foglie verdi di una foresta tropicale, al grigio cemento di una metropoli urbana, questo è il passo fondamentale che giustifica e allo stesso tempo diventa punto d’interesse di “Predator 2”. Se nel precedente film la lotta per la sopravvivenza era il motore nascosto dell’intero racconto, qui troviamo la vendetta, che cambia quindi il passo del racconto. Qui infatti è l’uomo a dare la caccia al predatore. Non potendo più contare sull’originalità legata al personaggio alieno, il seguito aumenta le dimensioni dell’azione, ma sopratutto si concede un maggior utilizzo di effetti speciali. Stephen Hopkins dirige un film dal ritmo serrato, che può contare su di un cast funzionale più che iconico.

Predator 2

Il protagonista Harrigan, interpretato da Danny Glover, è il fulcro dell’intero film, l’attore conscio di questo si carica l’intera pellicola sulle spalle e cerca di non far rimpiangere il maggiore Dutch interpretato da Schwarzenegger nel precedente capitolo. “Predator 2” è un seguito onesto di una pellicola di culto, che ha più cose da dire di quanto non sembri, ma non riesce a essere altrettanto evocativo come il capostipite. I momenti più interessanti si rivelano, paradossalmente, quelli che descrivono ed espandono la mitologia del Predator (tra cui un suggerito viaggio nel tempo), grazie a un finale che riserva qualche inaspettata sorpresa. “Predator 2” è un onesto film di “mestiere” capace d’intrattenere in maniera semplice e diretta. A suo modo un cult.

Dove Vedere Predator 2
Predator 2
Predator 2
6.5
Acquistalo su
Blonde
Successivo
Blonde

Top 3 ultimo mese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: