Orgoglio e pregiudizio

Orgoglio e pregiudizio – Un esordio inaspettato

Tratto dal celebre romanzo di Jane Austen, “Orgoglio e pregiudizio” segna l’esordio alla regia di uno dei registi britannici che, nel bene e nel male, ha dato nuovo vigore alle produzioni in costume britanniche. Joe Wright con questa sua opera prima per il grande schermo, riscrive le coordinate estetiche di un cinema che non vuole accontentarsi di essere solamente funzionale, ma cerca un’eleganza che gli conferisca una nuova dimensione estetico/narrativa.

Orgoglio

“Orgoglio e pregiudizio” racconta il romantico tormento di due innamorati appartenenti a ceti sociali diversi nell’Inghilterra di fine 1700. Lei, Elizabeth Bennet (Keira Knightley), una ragazza di umili origini, ma dallo spirito tutt’altro che incline ad accettare il compromesso pur di trovare una sistemazione migliore. Lui, Mr Darcy (Matthew Macfadyen), giovane e ombroso capofamiglia che dopo l’incontro con Elizabeth rimarrà stregato dal fascino della giovane. A dividerli l’origlio di lei e i pregiudizi di lui. Alcuni eventi faranno vacillare le convinzioni che entrambi hanno l’uomo dell’altra, mettendo in luce dei lati nascosti che cambieranno il corso delle loro vite.

Orgoglio

Classico della letteratura che ben si sposa a essere adattato in ogni modo, “Orgoglio e pregiudizio” è terreno fertile per il cineasta inglese. Il racconto dei due innamorati gli permette di portare sullo schermo un racconto dal sapore teatrale, ma forte di una messa in scena pienamente cinematografica. La fotografia di Roman Osin e le musiche di Dario Marianelli sono il perfetto compendio di un comparto tecnico in stato di grazia. Il ritmo perfettamente cadenzato e unito a delle interpretazioni convincenti da parte di tutto il cast, rendono la pellicola una delle migliori trasposizioni del romanzo.

Orgoglio

Joe Wright muove la macchina da presa con gusto ma a tratti l’eccesso di virtuosità tende ad appesantire un quadro altrimenti perfetto. Seppur gradevole l’uso eccessivo del piano sequenza piuttosto che impreziosire il film, lo rende un esercizio virtuoso. Non è una cosa trascurabile, ma trattandosi di un’opera prima la ricerca di un proprio stile visivo che sfocia a tratti nel manierino è più che perdonabile. “Orgoglio e pregiudizio” si rivela una pellicola che piacerà alla maggior parte dei lettori del libro, ma non mancherà d’intrattenere adeguatamente anche tutti gli spettatori in cerca di una classica storia di romanticismo e passione.

Dove Vedere Orgoglio e pregiudizio
orgoglio e pregiudzio - cinefilopigro
Orgoglio e pregiudizio
7
Acquistalo su
Scream 2022
Precedente
Scream
morbius
Successivo
Morbius

Top 3 ultimo mese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: