Notte brava a Las Vegas – Amore e soldi fanno la felicità

La bellissima Joy McNally (Cameron Diaz) parte con l’amica barista Tipper (Lake Bell) per la città di Las Vegas per risollevarsi dalla rottura della relazione con il fidanzato Mason. Il giovane Jack Fuller (Ashton Kutcher) dopo essere stato licenziato dalla ditte di mobili del padre, si ritrova senza soldi decidendo di andare assieme al suo avvocato (Rob Corddry) in cerca di rivalsa tra i casinò della città del Nevada. Jack e Joy faranno conoscenza dentro all’albergo, passeranno una serata all’insegna del divertimento e dell’eccesso, ritrovandosi sposati la mattina dopo. Decisi entrambi a rinunciare al matrimonio, la vincita di tre milioni di dollari rimetterà in gioco il loro matrimonio costringendoli vivere assieme sei mesi per poter poi dividersi la somma. “Notte Brava a Las Vegas” è una commedia romantica “classica” ove la fine scontata è ovvia fin dai titoli di testa così come la sua evoluzione narrativa. La regia di Tom Vaughan è funzionale a traghettare con il giusto ritmo la storia fino al suo epilogo finale, lascia poco spazio all’improvvisazione ed all’eccesso e si concentra su come far ridere lo spettatore in sala ogni cinque minuti al massimo. Le risate fioccano comunque grazie anche ad i due protagonisti che reggono il peso di una sceneggiatura non banale, la quale viene privata di tutti gli spunti di riflessione per esaltare l’aspetto comico della situazione. Però “Notte Brava a Las Vegas” è un film che funziona e se lo si guarda anche con il cuore oltre che con lo stomaco, è difficile non notare come lo spunto di partenza sia quanto mai attuale ed anche abbastanza originale. La pellicola infatti gioca sul fatto che le persone giovani grazie ai divorzi e cause legali varie, non riesco più a costruire una famiglia, ma forse ancor peggio alea una malfidenza nei confronti del partner che non lascia il giusto fiato a quello che dovrebbe essere una relazione di coppia. Su questo poi il film costruisce stereotipando i due personaggi principali dipingendo Joy come “la” donna dedita al lavoro, impegnata, che fa di tutto per soddisfare gli altri dimenticandosi se stessa, ed invece Jack è l’esatto contrario. Lui infatti non ama le relazioni fissi, non è per niente affidabile e riesce persino a non mantenere il posto di lavoro nella ditta del padre. “Notte Brava a Las Vegas” però pur contenendo al suo interno questi interessanti spunti di riflessione sulla coppia moderna, nonché sul fatto che per il denaro si riesce a fare qualsiasi cosa, il film regala quasi due ore di risate leggere a cervello spento, alcune scontate ed altre meno, assieme a due protagonisti perfettamente a loro agio nei rispettivi ruoli, niente di più ne di meno. Di sicuro non aspettatevi di vedere una piccola lezione matrimoniale.

Notte folle a Las Vegas
Notte brava a Las Vegas – Amore e soldi fanno la felicità
6
Acquistalo su
Speed Racer
Precedente
Speed Racer