I Pigroni 2018 – Top e Flop di un anno al cinema

pigroni 2018 cinefilo pigro
pigroni 2018 cinefilo pigro

I PIGRONI 2018

Un anno di cinema vissuto pericolosamente

2018 appena terminato ed è tempo di riassumerlo un poco. Cinematograficamente parlando la prima metà dell’anno è stata molto entusiasmante, quanto incolore e sottotono la seconda. Nei primi sei mesi si sono susseguite pellicole come “La Forma dell’acqua”, “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”, “Il filo nascosto”, ma anche inaspettati film per famiglie come il divertente “Jumaji”. Ci sono state anche le uscite Marvel tra cui uno dei mattatori del botteghino come “Infinity: War”, ma va detto che proprio il 2018 ha portato sullo schermo i film più deludenti mai prodotti dalla casa delle idee nonostante i faraonici incassi. Spielberg con una doppietta sorprende tutti, però poi arriva “classica” pausa esistiva, ma tanto devastante come lo scorso anno. Dalla fine delle vacanze però le uscite sembrano essersi rallentate e pochissime sono state degne di nota, tranne il caso “Bohemian Rapsody” che trova in Italia il suo botteghino più redditizzio, nonostante il film si sia rivelato appena godibile. Ma senza dilungarci troppo ecco la lista delle categorie e i vincitori.

I pigroni nel dettaglio

Miglior Film – Direi che questo premio non ha bisogno di spiegazioni.

A volte ritornano – Questo è il premio dedicato al miglior seguito o reeboot uscito al cinema.

Sorpresa – In questa categoria tutti quei titoli che mi hanno in qualche modo stupito in maniera inaspettata, dimostrando prima di tutto una buona dose di coraggio.

Pugno in faccia– Azione, azione e ancora azione. Più si menano le mani meglio è, ma anche sparatorie, fucili laser e supereroi sono ammessi.

Meglio sudare che tremare – Il cinema horror è un genere sempreverde, magari non sempre di qualità, ma è inossidabile al tempo per cui merita un premio a se stante.

Esisto pure IO…purtroppo – Il premio esattamente opposto a quello dedicato al miglior film,

Outsider – Ci sono dei bei film che però faticano a rientrare nelle premiazioni precedenti. Non è una questione legata alla qualità o al genere, ma sono titoli talmente “trasversali” fa meritare una categoria propria.

Miglior Film 2018

Come lo scorso anno anche il 2018 ha visto il suo titolo migliore approdare nei cinema a fine anno. Uscito in release limitata per pochi giorni e in poche sale il film di Cuarón non solo ha vinto il festival di Venezia, ma si appresta a fare incetta di molti premi internazionali. Un film di una bellezza e delicatezza disarmante da vedere più e più volte. Però non si può certamente che il 2018 sia stao un anno sottotono per il cinema di qualità.

Nella stessa categoria:

Dogman

Il filo nascosto

La forma dell’acqua

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

First Man – Il primo uomo

A Volte Ritornano 2018

Quest’anno piuttosto che un seguito ho deciso di dare peso ad un reboot/remake di un film celebre per chi come me ha ormai superato di slancio i trenta calendari. Sto parlando di “Jumanji – Benevnuti nella giungla” che si colloca a metà tra seguito e rifacimento dell’originale film datato 1995 diretto da Joe Johnston con un divertentissimo Robin Williams. La vecchia pellicola era un divertente fantasy per tutta la famiglia, questa nuova versione non sfigura e diverte pure, rinnovando completamente la formula e non rifacendosi all’originale.

Nella stessa categoria:

Soldado

Suspiria (2018)

Mission: Impossible – Fallout

Deadpool 2

Avengers: Infinity War

Sorpresa 2018

Esordio alla regia per Taylor Sheridan stupefacente. Lo sceneggiatore di “Sicario” e “Hell or High Water” dietro la macchina da presa costruisce un thriller teso in mezzo alle nevi della riserva indiana che da titolo al film. Premiato a Cannes nella categoria “Un Certain Regard“, la pellicola è sicuramente una delle migliori uscite al cinema nel 2018, forte di una messa in scena dilatata e di una prova attoriale da parte dei protagonisti di indiscutibile valore.

Nella stessa categoria:

Lady Bird

Annientamento

A Star Is Born

The Post

Tonya

Pugni in faccia 2018

Il 2018 sancise il declino del cinema d’azione che non sia a base di eroi in costume. Spiace dirlo ma per l’azione è stato un anno mediocre. Ci sono stati alcuni thriller carini, l’ennesima conferma che il duo attore/regista Neeson/Serra funzionano sempre a dovere, ma una vera e propria ventata di aria fresca come fu lo scorso anno “Atomica Bionda” è mancata. Allora in assenza di novità ci si deve accontentare di una conferma, ossia del sesto capitolo di “Mission: Impossible”, che se mostra una sceneggiatura “claudicante” si rifà con uno spettacolo mozzafiato.

Nella stessa categoria:

Nella tana dei lupi

Deadpool 2

L’uomo sul treno

Tomb Raider

Shark – Il primo squalo

Meglio Sudare che Tremare 2018

Anno di alti e bassi pure per il cinema horror che vede un distaccamento dalle sale di quello maggiormente sprimentale e innovativo per lasciare spazio a quello commerciale, basato su franchise consolidati/conosciuti. Forse il pubblico si sta rammollendo, forse i produttori si accontentano dei soli jump scare, ma sta di fatto che titoli come “Ghost Stories” avrebbero meritato sicuramente un successo maggiore. Però alla fine il premio va a “Suspiria” di Luca Guadagnino, che a Venezia 75 ha diviso pubblico e critica, ma ha avuto il coraggio di rielaborare un classico Argentiano. Il coraggio va premiato.

Nella stessa categoria:

Ghost Stories

The Lodgers

Insidious: L’ultima chiave

The Nun: La vocazione del male

La vedova Winchester

Esisto pure IO…purtroppo

Nella categoria che vede premiato il film peggiore dell’anno, il 2018 segna un nuovo record storico. “Pacific Rim – La Rivolta” è peggiore del primo, peggerio degli lultimi capitoli dei Transformers (fate un po’ voi), ma sopratutto riesce a metterci del suo per peggiorare la già non rosea situazione. Il film diretto da Steven S. DeKnight è una cloaca di idizie messe in scena e montate da far lacrimare sangue dagli occhi, che mettono la parola fine a quella che poteva essere una delle migliori serie cinematografiche di intrattenimento. Inguardabile, un inutile spreco di tempo. Va detto che comunque ha dei compagni illustri tra cui quella demenza di “Jurassic World – il regno distrutto” e il più brutto film mai fatto dai Marvel Studios: “Black Panther”.

Nella stessa categoria:

Black Panther

Slumber: Il demone del sonno

Rampage: Furia animale

Jurassic World – Il regno distrutto

Pacific Rim: La rivolta

Outsider 2018

Il 2018, almeno in Italia, è l’anno di “Avengers: Infinity War” e “Bohemian Rapsody”. Se il secondo è un caso più italiano che globale il primo non ha bisogno di ultieriori commenti oltre alla recensione scritta all’uscita. Ma il 2018 è anche l’anno in cui ritroviamo un grande Steven Spielberg che con “The Post” e questo “Ready Player One” guarda tutti dall’alto e saluta con manina. Se “The Post” è però un film molto “americano”, il blockbuster tratto dal libro di Cline è cinema per tutti di una qualità che lascia disarmati. Ho scritto un fiume di caratteri nella recensione per sottolineare come Spielberg ocn questa pellicola segni un nuovo metro di paragone, ed infatti dopo “Ready Player One” anche un kolossal come Avengers sembra una serie di scene d’azione filmate da dei registi alle prime armi. Grazie Spielberg perchè riesci ancora a far sognare nel buio della sala.

Nella stessa categoria:

L’ora più buia

Metti la Nonna in Freezer

Bohemian Rhapsody

Stronger – Io sono più forte

Molly’s Game

I voti del 2018

I migliori

Roma – 8

First Man – Il primo uomo – 8

Dogman – 8

Il filo nascosto – 8

La forma dell’acqua – 8

Tre manifesti a Ebbing, Missouri – 8

Ready Player One – 8

L’ora più buia – 7

Lady Bird – 7

Annientamento – 7

Soldado – 7

A Star Is Born – 7

The Post – 7

Pertini: il combattente – 7

Suspiria (2018) – 7

I segreti di Wind River –  7

Mission: Impossible – Fallout – 7

Più che dignitosi

Widows: Eredità criminale – 6

Metti la Nonna in Freezer – 6

Bohemian Rhapsody – 6

A Beautiful Day – You Were Never Really Here – 6

Stronger – Io sono più forte – 6

Ghost Stories – 6

Nella tana dei lupi – 6

Ocean’s 8 – 6

Deadpool 2 – 6

Tonya – 6

Solo: A Star Wars Story – 6

Avengers: Infinity War – 6

Molly’s Game – 6

L’uomo sul treno – 6

Jumanji – Benvenuti nella giungla – 6

Tomb Raider – 6

verso il fondo e oltre

Shark – Il primo squalo – 5

Mute – 5

Red Sparrow – 5

Il giustiziere della notte – 5

Skyscraper – 5

The Lodgers – 5

Insidious: L’ultima chiave – 5

The Nun: La vocazione del male – 5

Black Panther – 5

La vedova Winchester – 5

Slumber: Il demone del sonno – 4

Rampage: Furia animale – 4

Jurassic World – Il regno distrutto – 4

Pacific Rim: La rivolta – 3

venom-cinefilopigro
Precedente
Venom
Roma-cinefilopigro
Successivo
ROMA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.