Ambulance

“Ambulance” trasporta lo spettatore nella vita di due fratelli. Il primo è un ex militare decorato, Will (Yahya Abdul-Mateen II), il quale si ritrova disoccupato e incapace di sfruttare la propria assicurazione per curare la moglie. Chiederà quindi aiuto al fratello Danny (Jake Gyllenhaal), riallacciando un rapporto che sembrava ormai perduto a causa della vita criminale di quest’ultimo. Will aiuterà Danny a compiere una rapina in banca. Purtroppo il piano non andrà come previsto e i due si ritroveranno a dover fuggire a bordo di un’ambulanza per le strade di Los Angeles, con a bordo due ostaggi, un poliziotto in fin di vita e un paramedico (Eiza González) che farà di tutto per salvarlo.

Ambulance

Tra Danny e Will la tensione salirà quando il secondo non vede un lieto fine possibile e decide di fare tutto quello che può per salvare la vita degli ostaggi. Ispirato al film danese “Ambulancen“, il nuovo lavoro di Michael Bay ne eredita il titolo, ma cambia toni e atmosfere. Il quindicesimo lungometraggio del regista americano lo porta a girare tra le strade della sua città natale, Los Angeles, ma allo stesso tempo questa sua ultima produzione lo vede lavorare con un budget “ridotto”.

Ambulance

Trama estremante lineare, effetti speciali ridotti al minimo, pochi attori in scena su di un set in continuo movimento, fanno di “Ambulance” una delle pellicole più “sobrie” e allo stesso tempo maggiormente ricche dal punto di visto visivo, su cui il regista americano abbia lavorato negli ultimi anni. Abbandonati gli eccessi visivi e narrativi di “6 Underground” e “Transformers – L’ultimo Cavaliere”, Michael Bay grazie a una trama scheletrica, riesce ad adattare il racconto alle immagini come non accadeva da molto tempo.

Ambulance

Non è certamente “Ambulance” la pellicola che farà ricredere i detrattori del cineasta americano, ma è sicuramente una che metterà sulla stessa linea di gradimento sia il pubblico che la critica. La storia seppur tenti di portare sullo schermo una critica al sistema americano, si rivela in realtà un mero pretesto per mettere i due protagonisti a bordo di una ambulanza e portare sullo schermo un inseguimento che dura una novantina di minuti. Michael Bay divide lo sguardo tra una “staticità” interna all’ambulanza e una “frenesia” incontenibile all’esterno del veicolo.

Ambulance

La Los Angeles di Bay è ben distante dall’essere quella metropoli oscura che diveniva protagonista silente in “Collateral” di Michael Mann. Anzi in “Ambulance” la città si trasforma in un “parco giochi” che permette al regista di imbastire la sua versione di “guardie e ladri”, sfruttando ogni mezzo che ha a disposizione. A convincere maggiormente tra le scelte stilistiche compiute troviamo la verticalità della metropoli, che grazie ad un uso smodato di riprese con drone viene accentuata e sottolineata come mai prima d’ora, contrapposta all’orizzontalità del racconto, che sembra l’unico possibile in questa giornata assolata.

Ambulance

Tra gli aspetti meno convincenti troviamo nuovamente una certa prolissità narrativa. “Ambulance” dura troppo per quello che vuole raccontare, o a essere più cattivi, per come Bay decide di raccontarlo. L’attenzione tutta sull’azione porta all’accumulo della stessa, mettendo in disparte il rapporto conflittuale tra i due protagonisti. Due caratteri così opposti ma bisognosi l’uno dell’altro non sono una novità nel cinema d’azione commerciale, ma il rapporto tra questi, seppur limitato allo spazio stretto di una cabina di ambulanza, avrebbe meritato qualche sfaccettatura ulteriore.

Ambulance

“Ambulance” però, al netto dei suoi difetti, regala uno spettacolo divertente che verso la parte finale diventa un po’ estenuante, ma che non lascia sicuramente a mani vuote chi è in cerca di un film d’azione ad alto tasso ti spettacolarità. Chi invece vede in “The Rock” l’ultimo film riuscito del regista americano, grazie ad “Ambulance” adesso ne avranno un’altro da aggiungere allo loro lista di gradimento.

Dove Vedere Ambulance
Ambulance
Ambulance
In Breve
"Ambulance" al netto dei suoi difetti regala uno spettacolo divertente, che verso la parte finale diventa un po' estenuante, ma che non lascia sicuramente a mani vuote chi è in cerca di un film d'azione ad alto tasso ti spettacolarità.
7
Acquistalo su
hackers-movie-poster - cinefilopigro
Successivo
Hackers